LO ZAFFERANO: TI AIUTA CONTRO ANSIA E STRESS

Lo zafferano, la spezia regina dei risotti, ha molte proprietà benefiche per la salute e per il benessere. Tra le sue mille virtù è anche un rimedio  molto valido per placare l’ansia e lo stress, grazie all’altro contenuto di carotenoidi (conferma la scienza).

In India, dove lo zafferano è ampiamente usato, la medicina ayurvedica lo considera una sostanza a metà strada tra alimento e farmaco; anche la cromoterapia usa lo zafferano nelle situazioni di stress psicofisico: il colore giallo è da sempre sinonimo di benessere e buonumore. Lo zafferano è quindi un vero toccasana per molti disturbi legati allo stile di vita moderno come: ansia, stress, depressione. Tutte le sue proprietà si concentrano negli stimmi color rosso, quelli che polverizzati si usano anche in cucina. Questi filamenti intorno alla corolla contengono circa 150 sostanze, di cui 4 particolarmente attive: crocetina, crocina, picrocrocina e safranale (tutte appartenenti alla famiglia dei carotenoidi).

TUTTI I BENEFICI DELLO ZAFFERANO

Per uso topico, è applicato per migliorare la condizione generale della pelle e, in particolare per curare l’acne. Per uso interno, èutilizzato per migliorare la circolazione sanguigna, per regolare le mestruazioni, nel trattamento di disturbi digestivi, nella sedazione della tosse e nel sollievo nel respiro asmatico, nella riduzione della febbre, per calmare il nervosismo e per alleviare la depressione.

Lo zafferano nel mondo

In Tibet, lo zafferano è spesso un ingrediente di incensi medicinali, ed è considerato un tonico per il cuore e il sistema nervoso. I principi attivi possono inibire la crescita delle cellule tumorali.

LE PROPRIETA’ DELLO ZAFFERANO CONTRO LA DEPRESSIONE (stati depressivi lievi o moderati)

I principi attivi tipici dello zafferano hanno effetti positivi su alcuni neurotrasmettitori cerebrali responsabili del tono dell’ umore come la dopamina, la noradrenalina e la seratonina. Quest’ azione è stata testata sia in laboratorio che in ambito clinico: persone che soffrivano di stati depressivi lievi o moderati hanno visto migliorare i propri sintomi in poco tempo e con dosaggi di zafferano piuttosto bassi (nell’ ordine di milligrammi). L’ estratto di zafferano è quindi efficace contro alcuni stati lievi di depressione, senza gli effetti negativi dei medicinali.

LE PROPRIETA’ DELLO ZAFFERANO CONTRO LA SINDROME PREMESTRUALE (tensione nervosa e sbalzi d’ umore)

Lo zafferano è un toccasana anche nei confronti della sindrome premestruale dove le sperimentazioni hanno già dato risultati molto incoraggianti contro sbalsi d’umore, rabbia e tensione nervosa (sintomi tipici della sindrome premestruale).

LE PROPRIETA’ DELLO ZAFFERANO PER MEMORIA E APPRENDIMENTO (difficoltà di concentrazione)

Altri benefici dello zafferano riguardano la memoria e l’ apprendimento; infatti le sostanze attive dello zafferano sostengono i processi fisiologici che permettono di ricordare gli eventi, inoltre agiscono in generale sulla salute del cervello e del sistema nervoso grazie alle notevoli proprietà antiossidanti dei carotenoidi (capaci di spazzar via circa ben il 20% delle scorie tossiche che produciamo ogni giorno).

LO ZAFFERANO IN CUCINA: non solo risotto L’ uso principale è in cucina dove lo zafferano regala sapore e gusto ai piatti, non solo al classico risotto, ma anche a pasta, dolci, carni e yogurt.  Ma dato che è difficile proporre ogni giorno piatti a base di zafferano, nulla vieta di usare lo zafferano in tisana: i suoi carotenoidi sono tra i pochi solubili in acqua e si estraggono facilmente con la bollitura.

TISANA ALLO ZAFFERANO

Mettere un pizzico di zafferano in polvere in una tazza d’ acqua, portare a ebollizione e lasciare riposare per una decina di minuti. Se si aggiunge un cucchiaino di miele, si ha un ottimo infuso digestivo e antistress da bere la sera per conciliare il sonno.

Effetti collaterali e controindicazioni dello zafferano

Un deterrente potenziale nell’uso medicinale dello zafferano è rappresentato dalla sua tossicità. E’ stato verificato che gravi effetti collaterali possono verificarsi con l’assunzione di  soli 5 grammi (circa 3 volte la dose massima da utilizzare nei trattamenti medicinali), e si possono verificare effetti collaterali letali con l’assunzione di soli 20 grammi. Lo zafferano è inoltre da sempre indicato come rimedio naturale abortivo, ed è perciò sconsigliato l’uso nelle donne in stato di gravidanza.

Tossicità dello zafferano

La tossicità dello zafferano è sicuramente più alta nella varietà “zafferano selvatico”.  Questo contiene colchicina, sostanza particolarmente tossica (ed utilizzata principalmente nel trattamento della gotta). Sembra che questa sostanza produca una tossina che causa gravi emorragie spontanee o addirittura la morte, con l’assunzione di soli pochi grammi. Queste segnalazioni, tuttavia, non sono state ancora dimostrate con assoluta certezza. Oggi, lo zafferano che viene coltivato e poi immesso sul mercato non viene alterato con l’inclusione di erbe adulteranti. La sicurezza dello zafferano è importante, in relazione alla sua azione antidepressiva, perché l’erba principale utilizzato a tale scopo, oggi, cioè l’erba di San Giovanni, possiede la controindicazione di pregiudicare alcuni enzimi che metabolizzano farmaci (quindi, con un alto potenziale di interazioni farmacologiche) e di indurre fotosensibilità.

Altro sullo zafferano

Storicamente, lo zafferano era particolarmente importante come pianta colorante. Il colorante naturale, utilizzato anche in piccole quantità,  conferisce un colore giallo-arancio, con sfumatura rossastra la cui  intensità varia in base alla sua applicazione sul tessuto e al suo colore naturale. In India, Tibet e Cina, lo zafferano è stato utilizzato per produrre il colore delle vesti per i monaci indù e buddisti. Il componente principale della tintura, la crocina, un flavonoide, è stato trovato anche nella frutta meno costosa, che è ora in fase di sviluppo come una fonte alternativa di colorazione naturale in Cina.

Fonte: Green life – il blog

 

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...